Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

MODULARITÀ E PREFABBRICAZIONE OFF-SITE

Intervista all'Ing. Claudia Chiti, Manni Green Tech


Le tecnologie di costruzione a secco sono in rapida ascesa, anche in Italia, portando alla ribalta, già da qualche anno, i concetti di prefabbricazione off-site e modularità. Due aspetti che hanno modificato la gestione dei cantieri e dello spazio in cui quotidianamente viviamo. Leggerezza, semplicità di montaggio, progettazione su misura, velocità di realizzazione delle opere, ottimizzazione dei costi e dei processi sono solo alcune delle prerogative ormai riconosciute. Abbiamo intervistato sul tema l’Ing. Claudia Chiti, International Business Development & Innovation Director di Manni Green Tech.

Manni Green Tech, società di Manni Group, è specializzata nell’edilizia off-site e nella prefabbricazione sostenibile. Quali sono le caratteristiche del vostro sistema costruttivo?
Utilizziamo strutture sottili in acciaio profilato a freddo da noi prodotte, come pure elementi in carpenteria metallica, ottimizzando il sistema in funzione delle caratteristiche e la complessità del progetto e senza limitarci alla sola parte strutturale, ma disponendo soluzioni complete che comprendono l’involucro, le partizioni interne, i solai, i soffitti, le coperture: il progetto architettonico del Cliente viene da noi ingegnerizzato sia per la parte strutturale che per la soluzione ai requisiti acustici, energetici, di protezione dal fuoco e sicurezza.
La soluzione che forniamo è fatta di componenti totalmente da noi prodotti, testati, certificati: oltre alle strutture metalliche, pannelli, lastre in cartongesso e cemento fibro-rinforzato. In questo modo i sistemi sono testati e certificati nel loro insieme.
Stiamo sempre più alzando la quota parte di lavorazioni off-site, che significa predisporre tutte le parti strutturali in officina fino a fornire pareti pre-finite. Portare in officina alcune operazioni di montaggio riducendole in-site permette un controllo molto maggiore dei tempi e delle performances dei sistemi.
La sostenibilità consiste nella scelta dei materiali, nella natura e leggerezza degli stessi (con significativa riduzione dell’impatto dei trasporti), nella elevata performance energetica del sistema. Siamo fortemente impegnati nella riduzione delle emissioni su tutta la filiera e le soluzioni e i prodotti forniti al Cliente sono il risultato di una lunga e costante ricerca del miglioramento di tutte le dimensioni della sostenibilità. Si deve anche rammentare che l’acciaio è in grandissima parte riciclato e riciclabile all’infinito e che le costruzioni a secco off-site sono smontabili dando la possibilità del recupero dei materiali.

Cosa significa costruire a secco oggi? Quali sono le potenzialità di questa tecnologia nel futuro?
In tutto il mondo i sistemi a secco sono in avanzata rispetto ai sistemi costruttivi tradizionali. L’Italia, nonostante la grandissima crescita dell’impiego di questi sistemi negli ultimi anni anche vincendo le resistenze nel residenziale, resta il “fanalino di coda”, in Europa, in quanto a tasso di costruzioni a secco rispetto ai sistemi tradizionali in muratura e calcestruzzo, ma è anche da sempre piuttosto aperta alle innovazioni di prodotto e pertanto si vedono realizzazioni ad elevato contenuto di tecnologia che fanno ben sperare in una più rapida diffusione.
Costruire a secco, con una componente significativa di off-site e una buona preparazione delle maestranze, significa ridurre drasticamente i tempi di realizzazione ed avere una corrispondenza diretta tra prestazioni progettate e risultato finale, essendo fortemente ridotte le “perdite di carico” (ponti acustici e termici, ad esempio) che necessariamente si hanno nei sistemi tradizionali per la quota di improvvisazione nella realizzazione in opera o per alcuni temi strutturalmente irrisolti (penso alle tracce nei muri, che creano perdite di performance e spreco di materiale e lavoro).
Il futuro delle costruzioni, lo si vede ovunque, sta proprio qua: mettere a valore tutte le competenze digital e di innovazione di prodotto per industrializzare sempre più tutto il processo della produzione edilizia, di conseguenza avere tempi e costi certi, assicurare un minore impatto ambientale e, non ultimo, garantire maggiore sicurezza e qualità delle condizioni di lavoro agli operatori; in una parola: sostenibilità.

Quali sono i vantaggi delle tecnologie costruttive a secco per la struttura degli edifici rispetto alle costruzioni tradizionali?
Costruendo a secco è più semplice e sicuro ottenere standard abitativi elevati, fino a comprendere la qualità dell’aria (il gesso utilizzato nelle lastre di rivestimento interno è un naturale regolatore dell’umidità ambientale, solo per dirne una) e il confort acustico (i livelli di correzione acustica che si ottengono con sistemi anche di semplice composizione e spessori contenuti sono generalmente superiori ai livelli di componenti di simili spessori ma realizzati in muratura).
Oggi inoltre è cambiato radicalmente il modo di pensare e vivere gli edifici, residenziali e non: i sistemi a secco recano l’indiscutibile vantaggio di poter modificare nel tempo spazi e geometrie per le esigenze che mutano. I sistemi Manni green Tech, concepiti e realizzare per restare oltre 50 anni, sono comunque sempre smontabili.

Tra i vostri sistemi avete sviluppato il modulo CAPSULE, una collaborazione tra Manni Green Tech, la società internazionale di architettura Il Prisma e il brand di design Lago. Di cosa si tratta? Quali sono le possibilità di utilizzo?
CAPSULE è il risultato di una intuizione nata durante il lock-down, per rispondere alla impellente e crescente necessità di realizzare nuovi volumi e spazi abitativi, commerciali, di lavoro, aggiuntivi a quelli esistenti, per garantire il distanziamento sociale e la sicurezza. Una perfetta integrazione tra le competenze di Manni Green Tech (tecnologie prefabbricate in acciaio e a secco) con quelle del Prisma per l’architettura e di Lago per gli interni ha dato il risultato, CAPSULE, che sta ricevendo tanti riconoscimenti ed interesse: l’Archiproducts award 2020, l’ADI Index 2021 e la scelta del Museo Enzo Ferrari di collocare una Capsule in prossimità dei propri volumi proprio per aumentare il percorso esperienziale dei visitatori e aggiungere spazi per riunioni ed incontri.
Capsule è un esempio avanzato di costruzione off-site 3D: si è costruito tutto in officina, impianti e finiture incluse, per poi assemblare tutto in 5 giorni solo appoggiando sul piazzale del Museo, con un sistema di “plug and play” molto efficace.
Capsule esiste in declinazioni per uffici, hospitality (glamping), education, retail; inoltre ha una grande capacità di trasformarsi in tante differenti funzioni di utilizzo anche durante il tempo ed è possibile dotarla dei più avanzati sistemi IoT.

Come si sta modificando il settore delle costruzioni? Quali sono le prospettive di crescita del vostro mercato?
Tempi e costi certi: questo è l’imperativo che sfida le tecnologie costruttive. Il processo di industrializzazione del cantiere, già avanzato in alcune aree del mondo (continente australiano, Nord America, Nord Europa, ma anche Cina e Giappone), è inarrestabile. Noi faremo di tutto perché sia anche veloce, continuando ad investire ed impegnarci affinché ci sia una sempre maggiore integrazione nella filiera e vicinanza al mondo della progettazione da un lato e degli investitori dall’altro.
Siamo solo all’inizio, in Italia, ma non siamo soli. Ci sono altre realtà molto interessanti che stanno fortemente sostenendo questo trend. Inoltre come Manni Group abbiamo la facilità di ispirarci alle esperienze internazionali, avendo il respiro di una multinazionale con Clienti attivi in circa 80 Paesi e sedi produttive ed operative anche fuori dall’Europa.
Stiamo anche guardando con interesse al mercato Africano, dove stiamo riscontrando spazi per le costruzioni a secco nella risposta ad una urgenza abitativa per milioni di persone ma anche una necessità del mercato di elevare gli standard di qualità di una certa fascia di popolazione e corporate che chiede edifici durevoli e di qualità, oltre che rapidi da realizzare.

Obiettivi di Manni Green Tech per il prossimo futuro?
Innovare, Integrare, Crescere. E poi di nuovo Innovare e Integrare. Per Crescere, assieme ai Clienti ed al Mercato. Presto grandi novità per l’involucro modulare off-site a prestazione garantita. Occhio alle novità!

Per maggiori informazioni: www.mannigreentech.com


 

Prodotti e Soluzioni