Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Privato
PROGETTO ARCHITETTONICO E DL: d.n.a. dYNAMIC nETWORK aRCHITECTS
PROGETTO STRUTTURALE: Ing. Enrico Pulcini Studio DEP
CONSULENTI: P.I . Roberto Ornati (Esperto Casa Clima)
IMPIANTI: P.I. Federico Favretto Climology srl
COSTRUTTORE: Vanoncini spa
INVOLUCRO: Knauf
IMMAGINI: dYNAMIC nETWORK aRCHITECTS

RESIDENZE VIA COMUNE ANTICO

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
La “Villa Urbana” in zona Greco a Milano è un edificio a destinazione residenziale con una superficie utile di 2.600 mq realizzata con struttura portante interamente in acciaio e tamponamento perimetrale con tecnologia a secco ad altissime prestazioni di isolamento termico e acustico. L’edificio in classe A+, è stato certificato con il protocollo “Casa Clima”.

Il piano interrato, l’unico realizzato con paratie in c.a. sul perimetro del lotto, è destinato a parcheggio, cantine e locali tecnici. Per evitare la presenza di pilastri all’interno dell’autorimessa di 450 mq e caratterizzata da una copertura in lamiera grecata sostenuta da travi in acciaio con luci di oltre 30 m e alte 60 cm, sono stati utilizzati, per il solaio del piano terra, dei profili HEB600 in acciaio S275JR, disposti ad interasse di 250 cm circa, arrivati in cantiere con già saldate le due piastre di testa (una ortogonale e l’altra inclinata, sp. 25 mm) per l’ancoraggio alle paratie in c.a. mediante tasselli chimici M24 (l=400 mm).
L’anima dei profili secondari, principalmente IPE240 e HEA240, è stata imbullonata a piastre ad “L” rovesciata saldate alle travi principali, in modo da ottenere un unico piano di estradosso. Il solaio del piano terra, dove si trovano una SPA di 160 mq e un appartamento di 70 mq, è prefabbricato in lastre predalles.

Dal piano terra si elevano gli elementi di struttura verticale (HEA240/HEB260), realizzati in 2 parti, con giunti bullonati e coprigiunti su anima e ali. Ai piani primo, secondo e terzo, sono stati realizzati 3 appartamenti di 250 mq ciascuno, con terrazzi privati per 150 mq, che si sommano ai 220 mq della terrazza realizzata al quarto piano. I solai di interpiano sono interamente costituiti in acciaio, con profili HEB240 e IPE220, e solai in lamiera grecata con getto collaborante.
L’azione di controvento è demandata alla parete posteriore del vano ascensore (in c.a.), a croci costituite da tubolari 120x8 mm in acciaio, intorno al vano scala, e a profili diagonali in facciata.

Il piano di copertura detto “vela”, dove sono stati installati 320 mq di pannelli fotovoltaici (che coprono gran parte del fabbisogno energetico dell’edificio), è costituito da una maglia di travi principali IPE270 e secondarie IPE160, incrociate a profili diagonali di controvento. L’utilizzo dell’acciaio ha favorito, ai diversi livelli, le soluzioni architettoniche desiderate: possibilità di ampie luci al piano interrato, irregolarità della struttura in pianta e in alzato, facilitando la flessibilità e soluzioni open-space, e opportunità di grandi sbalzi per gli ampi terrazzi ai piani superiori.

Matteo Brasca, Gaia Laura Brasca

Prodotti e Soluzioni