Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

NUOVO STABILIMENTO PRODUTTIVO ARVEDI TUBI ACCIAIO

Ne parliamo con l'amministratore delegato, Pierluigi Pegorari


Pierluigi PegorariE’ recente la notizia che Arvedi Tubi Acciaio, società del gruppo siderurgico Arvedi, ha avviato a Cremona i lavori per la realizzazione di un nuovo ed esclusivo insediamento produttivo di 10mila mq che ospiterà un nuovo forno di trattamento termico per prodotti strutturali. Un investimento significativo che consentirà l’ottenimento di un prodotto unico sul mercato sia per caratteristiche meccaniche che per precisione e che servirà soprattutto il settore avanzato delle costruzioni in acciaio. Ne parliamo con l’AD, Pierluigi Pegorari.

Come cambierà la produzione di Arvedi Tubi Acciaio in virtù di questo nuovo progetto?
Nella prima fase del progetto non puntiamo ad un aumento significativo della produzione bensì ad una ottimizzazione dei nostri processi produttivi, mirata ad un efficientamento del livello di servizio offerto ai nostri clienti.

Quali sono le potenzialità di questo nuovo investimento?
Il nuovo investimento ci permetterà di accorciare significativamente i tempi di approntamento dei materiali e di offrire alla nostra clientela siano essi distributori o utilizzatori un servizio logistico senza paragoni per la tipologia del prodotto a caldo. Ho volutamente evidenziato la distinzione dei canali distributivi in quanto nulla prevediamo di cambiare nell’approccio al mercato: sosteniamo e rispettiamo il ruolo della distribuzione che ci ha permesso di far conoscere e fare apprezzare i vantaggi di “Leonardo” ad una vastissima platea garantendo una distribuzione capillare dello stesso.
Puntiamo molto sulla integrazione con Acciaieria Arvedi per lo sviluppo di acciai sempre più performanti in grado di soddisfare ed anticipare le crescenti richieste dei nostri clienti in termini di prestazione del prodotto.

“Green” e “4.0” come si inseriscono nel nuovo impianto?
Green perché l’insediamento produttivo è stato realizzato nel massimo rispetto degli standard normativi ma soprattutto la tecnologia di trattamento sviluppata ha impatto zero con l’ambiente circostante. Anche la movimentazione dei carichi è stata concepita in modo da evitare i rumori di fondo tipico dei processi di tubificio. Vorrei anche evidenziare il fatto che il Gruppo Arvedi produrrà tubi finiti a caldo partendo da acciaio e tubo prodotti nello stesso insediamento produttivo di via Acquaviva in Cremona, praticamente azzerando quelle che sono le emissioni legate alla logistica delle materie prime.
 
Stabilimento ATA

“4.0” è diventato quasi uno slogan pubblicitario. Noi tuttavia crediamo che in questa definizione prima ancora di parlare di investimenti ad alto tasso tecnologico e comunicanti con gli ambiti produttivi sia racchiuso un cambiamento radicale nel modo di pensare ed organizzare il nostro lavoro del futuro. E’ su questo aspetto che il management dell’azienda ha concentrato e sta concentrando gli sforzi organizzativi, coinvolgendo tutte le maestranze e i nostri partner, siano essi fornitori o clienti. Una occasione irripetibile e la vogliamo cogliere.
Ovviamente è superfluo dire che lo stato dell’arte dell’insediamento produttivo soddisfa i criteri “4.0” ed è quanto di meglio il mercato oggi possa offrire dal punto di vista tecnico, tecnologico e IT. Posso accennare solamente alla possibilità straordinaria di produrre gestendo in remoto senza la presenza dell’uomo sull’impianto, ma altro non posso aggiungere.

Quali sono gli obiettivi di Arvedi Tubi Acciaio per il prossimo futuro?
Restando nello specifico del prodotto finito a caldo il nostro obbiettivo è quello di rafforzare la crescita nel settore delle costruzioni puntando su qualità e servizio. In questo ambito riteniamo di dover e voler anche allargare l’offerta di gamma, ma questo potrebbe essere l’oggetto di un prossimo confronto così come il raddoppio dell’impianto in corso di realizzazione.

In parallelo a questo progetto sono stati deliberati e verranno realizzati nell’anno in corso altri investimenti importanti mirati a migliorare le condizioni di sicurezza dei nostri operatori e contemporaneamente ottimizzare le prestazioni degli impianti.

Prodotti e Soluzioni