Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Diocesi di Jesi (AN)
PROGETTO ARCHITETTONICO: Luca Schiavoni
PROGETTO STRUTTURALE, IMPIANTISTICO ED ENERGETICO: ACALE srl
IMPRESA: CIFA snc
FOTOGRAFIE: ACALE

Centro di prima accoglienza Caritas

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
La Caritas di Jesi (AN) ha di recente inaugurato una nuova sede dedicata a struttura di prima accoglienza e centro servizi. La richiesta principale della Diocesi era di poter disporre di un edificio caratterizzato da un’architettura dalla forte espressività, realizzata al tempo stesso con costi contenuti. La scelta di un sistema costruttivo interamente a secco in acciaio e la gestione separata dei diversi appalti hanno consentito di perseguire gli obiettivi preposti.
La nuova sede occupa una superficie complessiva di 1.057 mq, è disposta su due livelli ed è suddivisa in due corpi interconnessi fra loro, uno destinato a centro di prima accoglienza e l'altro a centro servizi. La connessione tra i volumi è rappresentata da una grande apertura centrale, che funge sia da atrio coperto, sia da finestra sugli spazi esterni a verde, di  pertinenza di un preesistente seminario diocesano. Allo scopo di contenere i costi di  realizzazione (tra 110 e i 145 €/mq) e costruire rapidamente senza compromettere la qualità dell’edificio, la struttura è stata prevista in carpenteria metallica. Gli elementi  portanti sono in profilati aperti e tubolari in acciaio zincato con solai in lamiera grecata e getti di completamento: un volume “leggero” rispetto a soluzioni tradizionali, così concepito anche per ridurre al minimo gli scavi e non alterare l'andamento collinoso del terreno. Le tamponature esterne sono state realizzate a secco, con pannelli sandwich a superficie liscia satinata di colore grigio scuro con opportuna baraccatura.
All’interno il pacchetto parete è stato completato da un altro strato isolante acustico e da una lastra in gesso. Alcune porzioni dei prospetti sono state invece rivestite da una parete ventilata con frangisole in listelli di legno di larice naturale che danno origine ad un contrasto cromatico con il grigio e donano calore al volume stesso. In corrispondenza delle finestre, i frangisole sono stati fissati su un’intelaiatura apribile in acciaio zincato, mentre la copertura, di ridotta pendenza, è stata anch’essa realizzata con pannelli sandwich e raccordata perimetralmente a gronde in lamiera incassate dietro la facciata. Anche gli aspetti di sostenibilità ambientale hanno guidato progettazione e costruzione della nuova Caritas. Gli impianti tecnologici, termico ed elettrico, sono stati, infatti, sviluppati adottando tutti gli accorgimenti necessari al fine di raggiungere gli obiettivi di massimo risparmio energetico. Per il condizionamento estivo e invernale e per la fornitura di energia elettrica sono state infine adottate soluzioni non inquinanti ed a impatto visivo "zero". I criteri e i materiali impiegati hanno permesso a questa nuova architettura di essere certificata in classe energetica A4.

Prodotti e Soluzioni