Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

15 FEBBRAIO 2018




BANDI 




COMUNE DI BADIA (BZ) – COSTRUZIONE DEL NUOVO PONTE
Pubblicato il bando per la costruzione del Ponte sul Rio Gadera a Pedraces nel comune di Badia.
Importo dei lavori: 2.467.951,93 euro.
Termine: 02/03/2018
Link ai documenti di gara


PUBBLICATO IL BANDO DI GARA PER LA PROGETTAZIONE DEI LAVORI DI RECUPERO DEL PALAZZO MUNICIPALE, CONCORDIA (MO)
È stato pubblicato il 26 gennaio il bando di gara per l’affidamento della progettazione definitiva/esecutiva e direzione lavori del restauro e miglioramento sismico del palazzo municipale di Concordia. La stazione appaltante è l’Unione dei Comuni della bassa reggiana, con cui Concordia ha stipulato apposita convenzione. Si tratta di una gara europea con procedura aperta, e le offerte degli studi tecnici devono pervenire entro il 5 marzo 2018.
L’intervento di restauro con miglioramento sismico del Municipio di Piazza della Repubblica prevede un importo complessivo di circa 7.350.000 €, ed ha l’obiettivo di riparare i danni causati dal sisma 2012 migliorando la resistenza strutturale dell'edificio, restaurandone le finiture ed i decori. L’obiettivo è quello di riportare le funzioni civiche nella loro sede storica contribuendo alla rivitalizzazione del centro storico.
Link ai documenti di gara


MODENA, APPALTO DA 6,2 MILIONI PER REALIZZARE ALLOGGI SOCIALI E CENTRO DISABILI NELL'EX MERCATO DEL BESTIAME
CambiaMo Spa ha pubblicato un bando per l'esecuzione di tutti i lavori e le forniture necessarie per la realizzazione di un intervento di edilizia residenziale sociale nel lotto 5B del comparto dell'ex mercato bestiame. L'intervento prevede anche la realizzazione di un centro diurno disabili. Sono 33 gli appartamenti, di diverse tipologie e destinati a famiglie e ad anziani, che saranno realizzati con la costruzione di una nuova palazzina in via Forghieri a Modena nell'ambito del programma di riqualificazione urbana e sicurezza della periferia nord della città. Le caratteristiche dell'edificio, che sarà in classe energetica A4 con consumi considerati quasi a zero (energia solare, teleriscaldamento, materiali isolanti), rispettano i principi di sostenibilità ambientale, accessibilità e vivibilità sociale. Il bando scade il 9 aprile.
Link ai documenti di gara


 

REAL ESTATE

 


COIMA SGR: FINANZIAMENTO DI 150 MLN DI EURO PER GIOIA 22
COIMA SGR ha perfezionato con un pool di primarie banche nazionali e internazionali il finanziamento di GIOIA22, il nuovo grattacielo direzionale di Porta Nuova. Il finanziamento – della durata di cinque anni e pari a oltre 150 milioni di Euro – è stato assicurato da un pool di banche che include BNP Paribas (in qualità di Mandated Lead Arranger e Bookrunner), Crédit Agricole CIB (in qualità di Mandated Lead Arranger, Bookrunner e Agente) e UBI Banca (in qualità di Lead Arranger). La torre, progettata dall’architetto Gregg Jones dello studio di architettura Pelli Clarke Pelli Architects, sostituirà l’edificio ex INPS di via Melchiorre Gioia 22 nel centro di Milano e sarà composta da 26 piani fuori terra e 4 piani interrati, per una superficie lorda totale di circa 68.000 mq.

 


FIRENZE: HINES IN TRATTATIVA CON CDP PER L’EX TEATRO COMUNALE
Per l’ex Teatro Comunale di Firenze si avvicina una nuova vita. Il colosso immobiliare statunitense Hines sta trattando l’acquisto dell’immobile di Corso Italia, vuoto da sei anni e recentemente tornato in pancia a Cassa Depositi e Prestiti, per trasformarlo in uno studentato di lusso, da realizzare sui modelli dei campus universitari innovativi di standard anglosassone. La formula prevede molti spazi dedicati a cinema, biblioteca, palestra e piscina. Il tutto sarebbe gestito da Aparto, la società di gestione del gruppo. (Nazione).

 


TECNOCASA: PREVISIONI 2018 IMMOBILI PER L'IMPRESA, RIPRESA PER I CAPANNONI, RETAIL SEMPRE D’APPEAL TRA I PICCOLI INVESTITORI.
Il mercato degli immobili per l’impresa chiude il 2017 con la sensazione che qualcosa si stia muovendo e gli operatori sono ottimisti per il 2018. Soprattutto sul versante capannoni e retail. I prezzi dei capannoni, anche di quelli ben posizionati lungo importanti arterie di collegamento, sono particolarmente allettanti. I locali commerciali, invece, si caratterizzano per un buon dinamismo per le soluzioni posizionate sulle vie di passaggio, sempre più ricercate da parte degli investitori che puntano ad ottenere rendimenti dal 6 al 10% annuo lordo (che si abbassano per posizioni top).
Comunicato



RESIDENZE PER ANZIANI NON SANITARIE, INVIMIT LANCIA UN FONDO CON IMMOBILI APPORTATI DA INPS
C’è fermento sul tema delle residenze per anziani in Italia. Sono ancora poche le operazioni interessanti che hanno tagliato il traguardo, ma da più fronti si lavora per mettere sul mercato progetti sperimentali che facciano scuola. È Invimit Sgr, la società di gestione del risparmio del Mef, ad annunciare le ultime novità. «Abbiamo istituito il fondo i3 Silver, nel quale saranno apportati immobili da parte di Inps per realizzare “senior house”, residenze per anziani non sanitarie» dichiara Elisabetta Spitz, AD di Invimit. Secondo indiscrezioni Inps avrebbe selezionato una ventina di immobili, da Spoleto alla Cinque Terre al Lido di Venezia, beni di rilevanza architettonica, in ottime posizioni e anche attrattive per il turismo. Immobili che Invimit sta vagliando. “Il progetto punta sulla riqualificazione di patrimonio esistente – spiega l’architetto Spitz –, gli immobili individuati sono perlopiù ex colonie che Inps utilizzava in passato per i figli dei propri dipendenti”.
Articolo

 


RESIDENZE UNIVERSITARIE, PRIMI PASSI IN ITALIA PER LO STUDENT HOUSING.
Il segmento diventa una asset class di investimento, in Italia soltanto agli albori. Nel nostro Paese si stima che manchino complessivamente 75mila posti letto per arrivare alla media europea. The Student Hotel è arrivato in Italia tra i primi e sta già realizzando quattro strutture a Bologna, Roma e due a Firenze (per un totale di oltre 1.800 camere) per un investimento totale programmato di oltre 250 milioni. Il gruppo americano Hines ha già avviato i lavori per due strutture a Milano, in zona Bocconi, e a Firenze e vuole investire nel settore 500 milioni di euro nei prossimi due anni. Sul fronte dell’asset class degli investimenti immobiliari alternativi, Fabrica Sgr ha in portafoglio 4.500 posti letto per studenti universitari attraverso i fondi Aristotele ed Erasmo.
Articolo

 


REAL ESTATE, NEL 2017 I VOLUMI DEL SETTORE «COMMERCIAL» CHIUDONO A OLTRE 11 MILIARDI
Un record atteso e finalmente registrato nei numeri. La soglia psicologica dei dieci miliardi di euro di volumi nel settore “commercial” Real estate è stata ampiamente superata. E ora il settore, forte degli 11 miliardi di investimenti realizzati nel 2017 nel nostro Paese, veleggia verso un 2018 ancora effervescente per contrattazioni. Tutte le società di consulenza immobiliari sono concordi nel valutare buone le prospettive per l’anno in corso, che registrerà una ulteriore crescita.
Articolo

 


ISTAT: MIGLIORA IL SETTORE DELLE COSTRUZIONI RESIDENZIALI
L’Istat ha pubblicato la nota mensile sull’andamento dell’economia italiana. Tra i dati principali si è evidenziato il dato positivo del settore costruzioni residenziali che nel secondo trimestre del 2017 i permessi di costruire, che solitamente anticipano la produzione, hanno mantenuto un forte orientamento positivo sia in termini di numero di abitazioni in nuovi fabbricati residenziali (+7,8%) sia di superficie utile abitabile residenziale (+3,8%).
Report

 


IN VENETO SCATTA CORSA AI CONTRIBUTI PER LA DEMOLIZIONE DEI CAPANNONI ABBANDONATI

Il Veneto conta più di 92mila capannoni industriali, situati in 5.679 aree produttive (per 41.300 ettari di terreno) che occupano il 18,4% della superficie consumata. Una recente indagine di Confartigianato Veneto ha rilevato che i capannoni dismessi in regione sono ben 11mila, il 12% del totale, e che, di questi 11mila, il 57% è costituito da strutture riutilizzabili, circa 6mila. Per il 43%, invece, si tratta di capannoni troppo vecchi e irrecuperabili, quindi da rottamare o demolire. In questo senso è la Regione a dare un aiuto, con l'incentivazione alla demolizione: per il 2018 il Veneto mette a disposizione 200mila euro in un fondo di co-finanziamento nel caso di distruzione di un fabbricato. Ma qual è la direzione che deve prendere la riqualificazione? Tra le destinazioni industriali sta prendendo sempre più piede quella della logistica. La domanda si è spostata dal commerciale a strutture di stoccaggio per attività produttive.
Articolo

 


MERCATI ESTERI

 


IL CONCORSO PER UN CENTRO CULTURALE IN SENEGAL INDETTO DA KAIRA LOORO
Kaira Looro ha indetto una call per la progettazione di un centro culturale in Senegal. Il progetto dovrà essere altamente sostenibile, far uso di materiali locali e risorse rinnovabili, tener conto delle difficili condizioni di vita delle popolazioni della zona. Tra le richieste fatte pervenire per il concorso, l’edificio dovrà prevedere aree flessibili di formazione, apprendimento, esposizione, avere una superficie massima di 550 mq ed un’altezza massima di 8 metri, essere sostenibile e lavorare con materiali naturali e locali (quali il bamboo, i mattoni in argilla, il legno, paglia, lamiera, pietrame, sabbia), utilizzare al meglio le risorse rinnovabili al fine di pensare all’intervento in termini anche economici e di contestualizzazione in una zona fortemente povera.
Il concorso è aperto ad architetti e designers professionisti e studenti ed è prevista una partecipazione individuale o in team, di cui un membro dovrà essere under 35.
Link alla notizia


MAROCCO: PIANO DI SVILUPPO INFRASTRUTTURALE

Il piano di sviluppo infrastrutturale (58 milioni di euro investiti entro il 2035), elaborato dal Ministero marocchino delle Infrastrutture, dei Trasporti, della Logistica e dell'Acqua, presenta crescenti opportunità.
Sono diversi i settori interessati dal processo di potenziamento, ampliamento e ammodernamento, segnatamente: stradale, ferroviario, portuale, aeroportuale e logistico.
Per quanto riguarda il primo comparto, è previsto il raddoppiamento della rete autostradale marocchina, che dovrebbe quindi passare dai 1.800 Km attuali a 3.500 Km entro il 2035. In quest'ambito, il governo attribuisce un'importanza prioritaria ai collegamenti tra Nador e Guercif (un investimento previsto di 525 milioni di euro per la realizzazione di 124 Km che assicureranno l'interconnessione tra il nuovo porto di Nador West Med, la zona turistica di Marchica, il parco industriale di Salouane e la zona franca di Nador) e tra Rabat e Casablanca (con interventi di potenziamento finalizzati a decongestionare l'autostrada già esistente e collegare le città di Berrechid e Benslimane, dove è prevista la costruzione di un aeroporto, per un investimento di circa 350 milioni di euro). La rete stradale ordinaria sarà a sua volta oggetto di un programma di modernizzazione ed estensione su un totale di 7.000 Km, a quali si aggiungono i tracciati delle strade rurali, anch'esse interessate da interventi di recupero e ampliamento.
In aggiunta, il piano prevede la realizzazione di 1.500 Km di linea ferroviaria ad alta velocità (oltre ai 200 Km attualmente in costruzione), l'ampliamento di 8 infrastrutture aeroportuali, la creazione di 70 zone specializzate nello stoccaggio e movimentazione delle merci, la costruzione di cinque nuovi porti (Nador West Med, Kenitra Atlantique, Safi, Jorf Lasfar e Dakhla Atlantique) e l'esecuzione di lavori di integrazione tra le strutture portuali già esistenti e le rispettive aree urbane (Tangeri, Kenitra, Casablanca, Safi Ville, Al Hoceima). Si segnala, in conclusione, il valore strategico del porto di Jorf Lasfar, dedicato al trasporto di gas naturale liquefatto (GNL), nel quadro delle strategie energetiche nazionali "Gas to Energy" e "Gas to Industry".
Link alla notizia



Prodotti e Soluzioni