Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

DECRETO SCIA 2: LE MODIFICHE AL TESTO UNICO EDILIZIA

Pubblicato in G.U. n°277 del 26/11/2016 e in vigore dall’11 dicembre il Decreto Legislativo 222/2016, denominato “Decreto Scia 2”. Il decreto modifica il Testo Unico Edilizia (DPR 380/2001) nell’ottica di una maggiore semplificazione normativa e amministrativa: nel D.lgs è infatti riportata una tabella che, per ciascun lavoro da eseguire, indica la procedura e il titolo edilizio necessari all’avvio. La Dia (Denuncia inizio attività) e la Cil (Comunicazione di inizio lavori) scompaiono lasciando completamente il posto alla Segnalazione certificata di inizio attività (Scia). Con il nuovo decreto sono cinque le procedure da seguire per l’esecuzione di lavori edili:
  1. Attività di edilizia libera – che non necessita di comunicazioni;
  2. Comunicazione di inizio lavori asseverata (Cila);
  3. Permesso di costruire;
  4. Scia;
  5. Scia alternativa al permesso di costruire (Scia 2).
Per maggiori informazioni:

Prodotti e Soluzioni