Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
COMMITTENTE: Zucchetti spa
PROGETTO ARCHITETTONICO: MV Architects – Marco Visconti
IMPRESA: Ediltecno Restauri
COSTRUTTORE METALLICO: MAP spa
TRATTAMENTI DI PROTEZIONE ACCIAIO: Nord Zinc spa
TAGLIO E LAVORAZIONE LASER 3D PROFILI: Laserway srl
TONNELLATE DI ACCIAIO: 180, di cui 130 per la facciata e la “pinna” e 50 per il rinforzo dei solai
FOTOGRAFIE: MV Architects, MAP spa

TORRE ZUCCHETTI: ECCELLENTE ESEMPIO DI RIQUALIFICAZIONE IN ACCIAIO

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

IL PROGETTO ARCHITETTONICO


Già ribattezzata “Torre di Lodi”, la nuova sede della software house lodigiana è frutto della riqualificazione di un palazzo di 60 metri che per molti anni ha ospitato la sede della Provincia. La ristrutturazione si candida a diventare un simbolo di innovazione e progresso per la Città, nonché un esempio virtuoso di costruzione sostenibile.
L’opera, infatti, sarà certificata LEED (Leadership in Energy and Environmental Design), sistema di certificazione degli edifici applicato a livello internazionale in più di 110 Paesi al mondo per valutare l'impatto ambientale degli edifici considerando una pluralità di fattori: minimizzazione dell’impatto di cantiere e diminuzione dell’effetto isola di calore; riduzione dei consumi idrici grazie al riuso di acque piovane; ottimizzazione della prestazione energetica con l’impiego di energie rinnovabili; adozione di materiale riciclato con conseguente riduzione dei rifiuti; comfort termico e luminoso per gli spazi interni. Dal punto di vista architettonico il progetto prevede una facciata trasparente a forma di gemma. L’involucro, lambito da una trama metallica, funge da frangisole e genera un volume fluido e traslucido. Una “pelle” naturale caratterizzata dalle sue linee vibranti: “onde cerebrali” pensate per rappresentare l’essenza del lavoro intellettuale. Parallelamente al nuovo guscio esterno, sono rifunzionalizzati tutti gli ambienti interni, secondo le esigenze della Committenza.

L’INVOLUCRO METALLICO E LE OPERE DI CONSOLIDAMENTO


Nel dettaglio l’intervento si articola su una serie di punti. A partire dalla palazzina esistente sono stati realizzati rinforzi strutturali alle solette dei piani dal secondo al 14°, necessari per la realizzazione dei punti di ancoraggio della struttura di facciata frangisole. In sommità è presente una struttura denominata “pinna” per l’alloggio dei pannelli fotovoltaici. Dal piano 15° a scendere fino al terzo, con l’ausilio di una piattaforma, sono state posate le strutture portanti del frangisole. All’interno dell’edificio, tra facciata e struttura stessa, sono presenti passerelle in grigliato metallico dotate di linea vita, funzionali per consentire le future attività di manutenzione. La nuova facciata, progettata con l’ausilio del BIM, garanzia di una perfetta integrabilità tra progetto, officine di lavorazioni di carpenteria metallica e cantiere, con certezza dei tempi e dei costi, è realizzata con profili tubolari in acciaio sagomati attraverso la tecnologia di taglio laser 3D e protetti dalla corrosione mediante trattamento Triplex®.

Prodotti e Soluzioni