Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

XVI Convegno Anidis

Il XVI Convegno Nazionale dell’ANIDIS che si terrà nel 2015 a L’Aquila - in concomitanza con il centenario del terremoto della Marsica del 1915 e con la pubblicazione delle nuove norme tecniche sulle costruzioni recentemente approvate dal CC.SS.LL. - vuole essere, oltre che il tradizionale incontro della comunità scientifica nazionale sul tema dell’ingegneria sismica, anche un’occasione per riflettere sulle complesse problematiche che i più recenti eventi sismici (soprattutto quelli dell’Abruzzo del 2009 e dell’Emilia Romagna, Lombardia, Veneto del 2012) stanno ponendo alla comunità civile. Il tema della prevenzione, innanzitutto, sembra ormai finalmente entrato nella consapevolezza non solo dei cittadini, ma anche delle istituzioni e dei decisori, così come i temi legati alla reale sicurezza delle costruzioni, in particolare dell’enorme patrimonio edilizio ed infrastrutturale esistente, alle concrete possibilità, tecnico-economiche, di avviare un sistematico piano nazionale di riduzione del rischio sismico, al ruolo che le istituzioni pubbliche e private, a partire dal Governo nazionale, possono assumere in tale contesto e al ruolo, alle funzioni e ai comportamenti che le istituzioni, la comunità scientifica, gli ordini professionali, il mondo produttivo legato alle costruzioni e gli stessi cittadini, possono assumere prima, durante e dopo gli eventi sismici, grazie a una continua attività di formazione e informazione. A tale scopo si intende sollecitare la presentazione – oltre che delle memorie tipiche del convegno scientifico – anche di manifestazioni di esperienze, problematiche e suggerimenti espressi in forme libere e immediate e provenienti dal mondo delle professioni, sia tecniche che giuridico-amministrative, anche legate alla finanza e alle assicurazioni, dal mondo produttivo, in particolare di materiali e componenti che abbiano attinenza con la riduzione del rischio sismico; dal mondo istituzionale, sia collegato all’emergenza (Protezione Civile), sia alla prevenzione e alla ricostruzione post-sisma (dalla Programmazione del Territorio alla sua Gestione), tre fasi che non possono più essere considerate indipendenti, ma strettamente collegate, dal mondo dell’informazione e da associazioni e rappresentanze organizzate di cittadini. Tutti questi contributi saranno valutati per selezionare i temi da trattare, in parallelo alle tradizionali sessioni scientifiche, in speciali sessioni-incontri tecnici ai quali verranno chiamati a partecipare sia esperti su invito che autori dei contributi.

Prodotti e Soluzioni