Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

COMITATO DI INDIRIZZO STRATEGICO PER LE COSTRUZIONI

L’UNI, nell’incontro del 24 Novembre 2014, ha presentato il nuovo Comitato di Indirizzo Strategico per il mondo delle Costruzioni, con l’obiettivo di condividere con i principali stakeholder del "sistema costruzioni" il percorso da pianificare per il settore dell’edilizia dei prossimi 3 anni.
Il Comitato, partecipato dai principali attori della filiera delle costruzioni (istituzioni, committenza, manutenzione, gestione, ricerca, verifica e controllo), tra cui anche Fondazione Promozione Acciaio, darà supporto ed indirizzo alla Commissione Centrale Tecnica UNI nel suo ruolo di monitoraggio e coordinamento delle attività degli organi tecnici afferenti al comparto e andrà ad individuare e fornire supporto e indirizzo all’UNI in qualità di interfaccia nazionale degli omologhi organismi internazionali.

Le principali urgenze nel Documento Programmatico condiviso con i partecipanti affrontano temi di carattere trasversale:
  • semplificazione del quadro normativo di riferimento, sia in termini di chiarezza espositiva dei documenti prodotti (anche attraverso la spiegazione dei contenuti e indicazioni applicative) sia di razionalizzazione dei criteri di articolazione e aggregazione delle norme per settori e argomenti;
  • possibilità di contribuire a sviluppare un processo di semplificazione anche in ambito legislativo, superando fenomeni di eccessiva localizzazione e perseguendo logiche di unificazione e armonizzazione a carattere nazionale;
  • rafforzare e migliorare il rapporto tra normazione volontaria e legislazione vigente (in stretto coordinamento con l’altro Comitato strategico UNI “Norme e leggi”);
  • migliorare il regime di marcatura CE dei prodotti ai sensi del Regolamento UE 305/2011 (CPR), oltre che un efficace recepimento delle disposizioni comunitarie in materia di appalti pubblici;
  • efficace programma di comunicazione delle norme UNI: il significato e il ruolo delle norme UNI, e la necessità di promuoverne l'utilizzo a tutti i livelli, oltre il riconoscimento delle stesse quali strumenti di conformità alla regola dell'arte (autorevolezza del “Sistema UNI”).
e temi di carattere specifico:
  • acustica in edilizia, in particolare per le opportunità che possono scaturire dal processo di revisione legislativa recentemente avviato;
  • efficienza energetica, per un corretto inquadramento del Sistema UNI nei processi di recepimento delle disposizioni comunitarie;
  • innovazione e processi smart, quali elementi di crescita da valorizzare;
  • sostenibilità, anche con riferimento al 7° Requisito di Base del CPR;
  • sicurezza strutturale ed ambientale;
  • qualificazione delle figure professionali e delle imprese
Nel prossimo incontro che sarà programmato per il mese di gennaio 2015 saranno individuate le priorità di intervento e la possibile articolazione del Comitato in sottocomitati specifici per argomento.

Prodotti e Soluzioni