Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

Le finiture superficiali degli inox. Estetica e funzionalità

Nell’ambito del variegato campo applicativo degli acciai inossidabili, che copre, ormai, tantissimi settori industriali (alimentare, architettura e infrastrutture, trasporti, etc.), un aspetto fondamentale è legato alle finiture superficiali. Tra gli aspetti fondamentali di questi materiali ricordiamo che sono da annoverare non solo la resistenza alla corrosione e la durabilità, le caratteristiche fisico-meccaniche e la lavorabilità, ma anche la notevole valenza estetica che riescono a “esprimere” in settori specifici quali quello dell’architettura e del design. Sempre più di frequente, tuttavia, si riscontra, in determinate applicazioni, che la finitura superficiale rappresenta un parametro fondamentale anche dal punto di vista funzionale: essa, infatti, ha una notevole influenza in determinati ambienti, anche atmosferici, sull’innesco di fenomeni corrosivi localizzati o generalizzati. Si è voluto, pertanto, delineare un quadro il più possibile completo, che desse delle informazioni tecnico-scientifiche aggiornate su queste due valenze in apparenza diverse ma di fatto strettamente interconnesse. Partendo, quindi, da una carrellata di applicazioni nel campo dell’architettura che mostrano l’estrema versatilità dell’acciaio inossidabile dal punto di vista estetico, si è voluti arrivare a considerare gli aspetti più prettamente tecnici legati alle prestazioni del materiale una volta messo in opera. Si considereranno i vari tipi di finitura standardizzati secondo le normative europee ed anche quelli non standard ma che trovano sempre più spazio nel design ed in edilizia, ponendo, comunque, notevole attenzione ai trattamenti post-lavorazione (decapaggio, passivazione, elettrolucidatura), necessari per installare il componente inox nelle condizioni ottimali. 

Prodotti e Soluzioni