Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

Open house dell'acciaio - Fiera del gusto di lavorare

Ha lo sguardo soddisfatto di chi dopo una lunga attesa vede concretizzarsi nel migliore dei modi il progetto a lungo organizzato. È come sempre ottimista Arrigo Vanoli nel giorno della sua «Fiera del gusto di lavorare», ospitata sabato 21 giugno nella sede della Ferramenta Vanoli di Soncino (Cr).
«Abbiamo scelto questo slogan perché ritengo che ci sia ancora tanta gente nel nostro mondo che mette passione in quello che fa – spiega Vanoli –. Il gusto di lavorare rappresenta il sentimento di voler far le cose nel migliore dei modi e di essere gratificati da ogni piccolo successo che si raggiunge, anche in momenti di crisi come questo. L'evento non vuole essere un’occasione per mostrare quanto siamo bravi, ma piuttosto un’opportunità per fare sistema, per conoscersi l’un l’altro e per instaurare collaborazioni di crescita per tutto il sistema. Basti pensare che nel nostro rinfresco serviamo il vino dell’amico/competitor Giulio Olivini. Per far questo abbiamo anche realizzato un piccolo catalogo in cui le realtà presenti possono raccontarsi, in maniera che i semi piantati oggi con un semplice saluto od un paio di domande possano germogliare anche in futuro. E credo che uno dei compiti delle nostre aziende in questi tempi complicati sia anche questo. Possiamo chiamarlo servizio allargato se volete, io preferisco la parola collaborazione».
Il 2013 per la divisione siderurgica della Vanoli è stato comunque un anno difficile. «Il bilancio dello scorso anno non posso che definirlo insoddisfacente – prosegue Vanoli –. Abbiamo praticamente chiuso in pari anche se voglio sottolineare che abbiamo dovuto inserire a perdita crediti per una grossa cifra, nell’ordine delle diverse centinaia di migliaia di euro. Comunque il fatturato della parte siderurgica è stato di circa 26 milioni di euro. In leggero calo l'avvio del 2014, ma con margini migliori. Nonostante tutto credo che non si debba perdere la speranza per il futuro. Ci si deve credere e impegnarsi anche con iniziative come questa per passare messaggi forti alla filiera sul fatto che insieme ce la si possa fare. Un lavoro di squadra insomma, un po’ come nel basket, che rappresenta la nostra seconda grande passione»
 
Fonte: Siderweb.com, 22 Giugno 2014




 

Prodotti e Soluzioni