Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia

Gli elementi costruttivi

Palania House
Palania House, Grecia - foto: GEM Architects 
Il sistema a secco si fonda sulla prefabbricazione e, in quanto tale, presuppone che i componenti vengano fabbricati tutti in stabilimento con precisione e controllo della produzione. Ciò consente di avere una previsione sui tempi e sui costi di realizzazione.
I sistemi costruttivi a secco sono vantaggiosi anche dal punto di vista del risparmio energetico, in quanto riescono, per le caratteristiche di produzione e installazione, a coniugare elementi costruttivi intrinsechi e materiali per l’isolamento termico e acustico, oltre che predisposizioni integrate per l’impiantistica.

I principi sottesi alla concezione, progettazione e realizzazione di costruzioni mediante sistemi a secco devono tenere conto dell’assemblabilità dei componenti, con prodotti maneggevoli e giuntabili con facilità. In quest'ottica sono fondamentali la ricerca di flessibilità e reversibilità dei componenti, in modo da riuscire ad avere un "prodotto finito" che garantisca il possibile riuso, riciclo o smaltimento, al fine di consentire un più ridotto uso delle materie prime per la produzione di nuovi componenti.

Le due tipologie edilizie in cui si distingue l'edilizia prefabbricata sono le seguenti:

1) Strutture metalliche in carpenteria pesante o con profili sottili formati a freddo (CFS), con realizzazione interamente a secco, senza alcun getto in opera.

Struttura in CFS
Vista di un sistema costruttivo in profili sottili formati a freddo - foto: Cogi srl

2) Strutture metalliche in carpenteria pesante, con tamponamenti e copertura a secco e solai in strutture miste. 
Struttura mista
Vista di un sistema costruttivo in carpenteria metallica pesante - foto: Giuseppe Chigiotti Architetto

In questa sezione saranno approfonditi gli aspetti progettuali inerenti le due tipologie.

Tra i principali elementi che caratterizzano un edificio, specialmente quando si realizza a secco, possono essere considerati i seguenti:
A ogni singola parte vengono demandate una o più funzioni specifiche, con requisiti prestazionali ben definiti e quantificabili. Il modo in cui questi elementi entrano in rapporto reciproco tra di loro aiuta a definire il sistema costruttivo di un edificio.

I vantaggi di un sistema costruttivo a secco sono legati anche a garanzie di tempi e costi di costruzione, ridotti impatti ambientali sia durante le fasi di costruzione, sia alla fine della vita utile dell'organismo edilizio, grazie all'alta percentuale di recupero dei singoli componenti, assemblati meccanicamente e non in umido.

I vantaggi di avere un sistema strutturale in acciaio sono molteplici. Si hanno cantieri molto più puliti e meglio organizzati di quelli relativi a edifici realizzati con altre tecnologie tradizionali, trattandosi di strutture prefabbricate, per le quali le lavorazioni a piè d'opera si limitano a montaggi e assemblaggi di componenti costruttivi.

Per questi motivi, si hanno tempi di realizzazione ridotti rispetto alle equivalenti soluzioni non a secco. Grazie alle caratteristiche meccaniche dei profili in acciaio, inoltre, si ottengono strutture e, di conseguenza, fondazioni molto più leggere, con un risparmio di tempi e di costi. 
Friem
Friem Headquarters, Milano - foto: F. Romano / PICHLER Projects srl


Contenuti a cura di Fondazione Promozione Acciaio - Riproduzione riservata

Prodotti e Soluzioni