Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Comitato Promotore Asilo Ape Tau - Comune dell'Aquila
PROGETTISTA ARCHITETTONICO: Atelier2 - Gallotti e Imperadori Associati
PROGETTISTA STRUTTURALE: Studio Imperadori Gian Pietro

Fotografie: Le fotografie sono state realizzate dalle varie imprese coinvolte nella realizzazione: per maggiori informazioni www.apetau.it

per l'elenco completo degli sponsor e imprese coinvolte visitare : www.apetau.it


Asilo Ape Tau

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
L’asilo nido APE TAU nasce dall’idea di realizzare, in poco tempo, un edificio utile per l’Aquila che materializzasse un’idea “costruttiva” e positiva dopo i recenti danni causati dal terremoto. Questo progetto contiene il futuro visto che alloggerà i piccoli, nuovi cittadini aquilani ed è un vero e proprio nido. Da qui l’ispirazione per il nome che richiamasse il nido delle api, un alveare di piccole donne e uomini. Le api sono poi simbolo positivo di società, unione, organizzazione, produttività e strutturano il loro habitat sulla geometria (forma esagonale dei favi) come nel caso del piccolo asilo nido (forma semi cilindrica per le aule ed il corpo servizi mentre maglia esagonale per la pensilina metallica d’ingresso). Ma l’ape è anche notoriamente “operaia” e ciò, insieme alla solidarietà da cui il progetto è nato, ha rimandato anche al motto francescano “ora et labora” e da questo riferimento la planimetria dell’edificio ha richiamato la “tau” di San Francesco, il più italiano ed il più popolare fra i Santi. L’opera verrà dedicata a Luigi Masotto, presidente dell’associazione di costruttori mantovana “A regola d’arte”, prematuramente scomparso ed ideatore del progetto. ANCE e Confindustria Mantova si sono fatte carico di proseguire l’operazione e di portarla sino alle attuali fasi esecutive, in sinergia con il Comune dell’Aquila e con l’ ANCE locale. Atelier2 - Gallotti ed Imperadori associati hanno progettato l’edificio sfruttando il loro concept “L’Armadillo”, che prevede una struttura carenata in pannelli sandwich poliuretanici in acciaio e con uno strato di ventilazione, sempre in lamiera d’acciaio zincata e verniciata con nanotecnologie ad alta durabilità. La struttura portante è in acciaio zincato con profili calandrati e con traverse tubolari controventate su cui avvitare e fissare la scocca di copertura. Marco Imperadori, membro della Commissione per le Costruzioni Ecosostenibili in Acciaio di Fondazione Promozione Acciaio, in rappresentanza del Politecnico di Milano ha anche il ruolo di coordinatore del progetto. L’Ateneo milanese avrebbe infatti dovuto beneficiare di gran parte delle forniture per un’aula sperimentale presso il proprio Campus di Lecco ed ha deciso di rinunciarvi e devolvere le stesse per questa operazione. Va poi segnalato il contributo di numerosi soggetti privati, delle associazioni di categoria e delle istituzioni mantovane e lombarde (su tutte il Consiglio Regionale) che gratuitamente con il loro lavoro o l’offerta di materiali e fondi hanno reso possibile l’operazione.
APE TAU è così, sembra nascere dalla bocca di uno dei bambini che lo vivranno, semplice come un suono, un disegno geometrico colorato e resistente, un’arnia fatta in gran parte di acciaio e materiali isolanti ad alta efficienza energetica per i cittadini del futuro.
L’area destinata alla costruzione dell’asilo nido si trova in un ampio parco a Coppito (frazione dell’Aquila), i lavori iniziati a novembre 2009 si completeranno nei primi mesi del 2010. Tecnicamente l’oggetto è composto da tre entità coperte (come fossero il corpo e le ali di un’ape) e da una pensilina tecnologica, in metallo e coperta da pannelli sandwich poliuretanici con integrati film fotovoltaici, che conduce all’ingresso principale pedonale. La forma a carena, morbida e materna, permette di ottimizzare il rapporto superficie-volume, garantendo l’ottimizzazione degli spazi e la riduzione delle superfici disperdenti, concetto fondamentale per cogliere l’obbiettivo di alta efficienza energetica visto che l’edificio sarà certificato dall’Agenzia Casa Clima di Bolzano.
Fabio Prada

Prodotti e Soluzioni