Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Comunità Montana della Val Brembana
PROGETTISTA ARCHITETTONICO: Redesco - M.E. Giuliani
PROGETTISTA STRUTTURALE: Redesco - M.E. Giuliani
Impresa: Vitali spa; Carpenterie Metalliche: Ghidoli Enrico & C.
Fotografie: Le fotografie sono state fornite dallo studio Redesco

Ponte sul Fiume Brembo

Nel cinquecento un sonetto di Torquato Tasso recitava:“Terra Bergamasca, che il Serio bagna e il Brembo innonda”. Difficile da credere, osservando il confortante paesaggio di Lenna, comune situato alla confluenza dei due rami del Brembo. Lo straripamento dell’impetuoso fiume nel 1987 è stato devastante: a Lenna franarono gli argini della statale. Le sequele lasciate da questa alluvione hanno aperto la strada alla realizzazione d’importanti lavori di bonifica idraulica e di ristrutturazione della viabilità del fondo valle, tali da garantire la massima sicurezza a tutto il comprensorio. Sulla base di queste premesse, sul ramo di Mezzoldo, sorge oggi il nuovo ponte che unisce i tronchi esistenti della strada provinciale, con un’unica luce di 70 m. La vicinanza di un tipico ponte ferroviario in muratura, dismesso ma riutilizzato come percorso pedonale, ha ispirato le scelte progettuali: un singolo arco superiore centrale in acciaio. Un impalcato, costituito da una struttura spaziale composita, con tralicciature in tubi d’acciaio e soletta collaborante in c.a., sospeso tramite tiranti in barre d’acciaio ad alta resistenza, completa l’opera. L’arco sopporta i carichi verticali che sono trasferiti ai pendini dell’impalcato. Quest’ultimo, operando da “tirante” tra gli ancoraggi, regge le spinte orizzontali. La durabilità è un requisito essenziale nella realizzazione di un’opera, determinante per la minimizzazione dei costi di esercizio e di manutenzione. In particolare nell’arco viene garantita dall’impiego dell’acciaio autopassivante, dalla chiusura alle estremità dei profili, e dalla saldatura in continuo che, impediscono in questo modo, la circolazione dell’aria e dell’umidità all’interno dei tubi in lamiera a sezione triangolare; nelle tralicciature dell’acciaio autopassivante, nei pendini e negli attacchi dalle guaine termoretrabili protettive. Infine, nelle barriere di sicurezza e nei parapetti, dall’acciaio zincato. Quest’opera studiata nei minimi dettagli osserva in questo modo, salda e sicura, lo scorrere del Brembo.
Monica Antinori

Prodotti e Soluzioni