Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
PROGETTISTA ARCHITETTONICO: Blugroup Architetti Associati (Nicola Tracanzan, Massimo Lavarra)
PROGETTISTA STRUTTURALE: Studio Gonzato (strutture in acciaio), Studio Piccioli
COSTRUTTORE METALLICO: Menon srl

Sede Gruppo Sicura

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Contenimento dei costi, velocità di esecuzione, funzionalità ed affidabilità sono le parole chiave con cui possiamo leggere il progetto della nuova sede del Gruppo Sicura, azienda attiva nel campo della sicurezza sul lavoro. Questo edificio è frutto di precise scelte dettate dalle esigenze della committenza e sviluppate dallo studio Blugroup. Il desiderio di trasferire anche all’esterno la mission dell’azienda, legata ai due punti cardine dell’innovazione e della sicurezza, ha indotto gli architetti a scelte mirate sul piano costruttivo come su quello estetico. Il risultato è un edificio a struttura mista acciaio e c.a.p, che si sviluppa su tre piani fuori terra e si esprime attraverso il linguaggio della luce, dell’acciaio e del vetro. La scelta di una struttura mista è nata in seguito a valutazioni di tipo geologico e statico: se si fosse realizzata con struttura in calcestruzzo armato, la parte di edificio a tre piani fuori terra avrebbe dovuto necessariamente poggiare su pali di fondazione, incidendo notevolmente sui costi di costruzione. Si è optato, quindi, per una struttura in acciaio molto più leggera, in grado di reggersi su una fondazione superficiale a platea, ottenendo al contempo un risultato estetico con caratteristiche di grande trasparenza e leggerezza. Più precisamente, l’edificio è un prefabbricato metallico multipiano, la cui orditura, per ciascun livello, è costituita da travi secondarie e primarie con sezione a doppia “T”. Le solette dei piani intermedi e della copertura sono in lamiera grecata collaborante H55 con spessore 10/10, più un getto in calcestruzzo. Le colonne, composte a croce con 2 elementi ILS 400 e vincolate tramite tirafondi ad una platea, sono in profilo HEA 260 e HEA 220. L’impiego dell’acciaio ha contribuito a soddisfare ulteriori specifiche esigenze: volontà di costruire un edificio in grado di contenere i consumi energetici; contenimento dei costi (l’incremento dei costi imprevisti non è andato oltre il 5%); rispetto della tempistica stabilita (è stato realizzato in soli 15 mesi). All’interno, tutte le realtà (produzione, direzione, formazione) sono collegate tra loro, ma al contempo mantengono una propria indipendenza funzionale. Al piano terra sono collocate le sale meeting destinate ai corsi di formazione, mentre tutta l’area del primo e secondo piano è destinata alle funzioni direzionali, con uffici dalle forme lineari ed inondati dalla luce naturale. L’ingresso, insieme alla corte del piano primo, è una sorta di cerniera che indirizza le persone rendendo visibile la strada da percorrere. Conciliando forma e funzione, senza dimenticare modernità ed affidabilità, questo edificio non fa fatica a distinguersi dall’anonimato che il più delle volte caratterizza le sedi aziendali. Sulla porzione di edificio destinata alla produzione e realizzata con struttura in cemento armato precompresso, si è optato per un rivestimento con pannello sandwich in metallo ondulato e preverniciato, capace di uniformarsi al linguaggio complessivo dell’edificio, pur mantenendo leggibile la diversa destinazione d’uso. Dalla luminosità degli uffici, dove a farla da padrone sono l’acciaio ed il vetro, alle vertiginose dimensioni dell’ingresso, quest’architettura mostra senza esitazione una precisa chiave di lettura: l’innovazione. Impossibile non notare la linearità dei profili unitamente alla dinamicità della composizione, arricchita dalla “trama” che avvolge il volume senza nasconderlo.
Laura Della Badia

Prodotti e Soluzioni