Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Verona Mercato S.p.A.
PROGETTISTA ARCHITETTONICO:
Politecnica Ingegneria & Architettura
Coord. Gen. Arch. G. Cacozza

PROGETTISTA STRUTTURALE:
Politecnica Ingegneria & Architettura
Coord. Esec. Ing. A. Sola, Coord. Dir. Lav. Ing. A. Sola, Ing. F. Camorani

IMPRESA:
Todini Costruzioni, Lombardini, Co.Ge.San, M.A.Ver. S.c.ar.l.
COSTRUTTORE METALLICO: MBM S.p.a.

Fotografie: Politecnica Ingegneria & Architettura, Andrea Raffin

Mercato Agroalimentare

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Il centro agroalimentare è stato pensato come un microcosmo composto secondo le esigenze indotte dalla funzione di compravendita di svariati tipi di merci e di conseguenza con differenziazione di forma, dimensioni e qualità degli edifici, delle strade e dei parcheggi che compongono la struttura. Lo studio del progetto è stato svolto anche attraverso il coinvolgimento degli operatori interessati

I poli commerciali:
Il mercato ortofrutticolo: Superficie coperta: 84 858 mq. L’edificio è modulare e composto da una galleria centrale e dalle tettoie laterali. La galleria è costituita da una copertura a doppia pendenza in struttura metallica spaziale appoggiata trasversalmente su pilastri in cemento armato, sostenuta da stralli che riportano tutte le azioni ad una struttura incasellata e vincolata rigidamente a due setti in cemento armato. Sulle testate dell’edificio si trovano due tettoie sorrette da analoghe strutture reticolari strallate.
La tettoia dei produttori locali (superficie coperta 3.175 mq) è uno spazio coperto localizzato al di fuori del mercato ortofrutticolo.
Il mercato florivivaistico: Superficie coperta: 6.810 mq. L’edificio consiste sostanzialmente in un grande volume a pianta rettangolare suddiviso in quattro moduli. La struttura portante è in pilastri e setti in c.a. con travi reticolari in acciaio e copertura ventilata con pannelli sandwiches coibentati.
Il mercato dei generi misti: Superficie coperta: 8.087 mq. In termini di caratterizzazione architettonica l’immagine generale denuncia con la differenziazione dei materiali le aree ed i volumi significativi.

I servizi centralizzati:
Il centro aste e la centrale frigorifera: Superficie coperta: 6.699 mq. L’edificio è suddiviso in tre zone utilizzabili autonomamente, con funzioni differenti: la sala lavorazioni con uffici e spogliatoi, la zona delle celle frigo e la zona destinata all’asta delle merci.
Il centro ingressi: Superficie coperta: 1.924 mq. Relativamente ai materiali e alle soluzioni costruttive utilizzate si è privilegiato, oltre agli aspetti più strettamente funzionali, lo studio di soluzioni tecnologicamente avanzate e di impatto visivo forte; in particolare la copertura della pensilina a piastra prevede un sistema di travi reticolari in acciaio, la sezione trasversale di questo sistema è di forma ogivale e tutta la struttura verso gli sbalzi viene sostenuta da stralli tubolari in acciaio; i pilastri in c.a. portanti la copertura sono irrigiditi sul limite superiore da un telaio di travi reticolari semiellittiche che a loro volta reggeranno la struttura dell’insegna.
L’edificio facchini e ricovero mezzi : Superficie coperta: 2.882 mq. L’edificio è progettato con strutture in elevazione in c.a., tamponature esterne a cassa vuota e tegoli di copertura prefabbricati.
Il centro direzionale : Superficie coperta: 2.595 mq. L’edificio è composto da due distinti corpi di fabbrica in cui sono distribuite le diverse funzioni liberamente fruibili e collegate fra di loro. Dal punto di vista architettonico i due corpi sono trattati diversamente per esaltarne le differente funzioni.
Monica Antinori

Prodotti e Soluzioni