Il portale delle costruzioni in acciaio in Italia
CREDITS
COMMITTENTE: Gruppo Commerfin
PROGETTISTA ARCHITETTONICO: Studio Marzorati Architettura
PROGETTISTA STRUTTURALE: Stefano Rossi
IMPRESA: Gruppo Commerfin

Fotografie: Studio Marzorati Architettura

Praxis Business Park

DISEGNI E CANTIERE
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
FOTO
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 Il Praxis business park, alle porte di Milano, è un moderno e funzionale centro direzionale che nasce per dar vita a un nuovo modo di intendere lo spazio di lavoro: un luogo in cui esprimere il proprio buisness, condividere le conoscenze ed il tempo libero.

Il complesso è costituito da due edifici a pianta curvilinea disposti razionalmente intorno a una piazza centrale. La forma arrotondata conferisce un’esposizione al sole ai due fronti principali; sul lato convesso (lato sud) una facciata opaca in pietra e laterizio protegge maggiormente dai raggi solari mentre le superfici trasparenti si aprono verso nord e verso la piazza. Quasi in continuità con questo spazio pubblico, l’edificio monopiano denominato “Vela”, ospita una sala conferenze frazionabile per la simultaneità di più meeting, salottini d’incontro per i visitatori e un asilo nido di supporto a mamme impegnate nel lavoro. Vengono forniti anche ulteriori servizi dedicati al personale, al loro benessere e ai loro bisogni quali lo spazio fitness, una piccola cappella, un centro estetico, una lavanderia, uno spazio per discipline orientali, ristorazione diversificata e numerose aree verdi attrezzate con vialetti pedonali che giungono all’Agorà. L’idea progettuale è che questa sorta di piazza coperta diventi luogo di vita per tutti gli uffici ma anche di gestione del rapporto fra uffici e visitatori che così non hanno esigenza di accedere ai livelli superiori dove potrebbero costituire distrazione e disturbo per le attività in corso.

La salvaguardia della funzione pedonale della piazza e la cura degli spazi non edificati superficiali è motivo di qualità e immagine di evidente interesse sia per l’architettura sia per chi quotidianamente vi trascorrerà molta parte della giornata. La presenza di uno specchio d’acqua, del verde con i luoghi di sosta e di permanenza, stimolano i “passi perduti” della pausa o semplicemente la conversazione di lavoro in un habitat rilassante e confortevole. Anche l’aspetto gestionale è stato considerato di notevole importanza e la struttura metallica con le scelte tecnologiche e impiantistiche hanno contribuito a ottenere un complesso energeticamente efficiente.

I parcheggi, sia per gli addetti occupati negli uffici, sia per i visitatori, sono inseriti nei due livelli interrati. Per la loro realizzazione si è ricorsi alla costruzione mista acciaio-calcestruzzo di tipo tradizionale. Le travi e le colonne sono in acciaio, mentre i solai sono costituiti da lastre alveolari prefabbricate in calcestruzzo precompresso appoggiate sulle ali dei profili metallici. L’armatura trasversale interna al getto in calcestruzzo di completamento ed i pioli saldati sull’ala superiore della trave metallica assicurano la collaborazione tra acciaio e calcestruzzo conferendo rigidezza al pacchetto strutturale.

L’edificio “Vela”, dal punto di vista costruttivo è il più complesso: appoggia direttamente sul solaio di copertura dei parcheggi interrati e la particolare geometria ha richiesto la realizzazione di un piano ferro intermedio. Sopra le lastre precompresse, dove non è stato possibile realizzare plinti metallici, alcune travi consentono di scaricare in punti preferenziali i carichi provenienti dalle colonne superiori. Le esigenze distributive della porzione centrale hanno determinato elementi di copertura con luci superiori ai 18 m e i profili HLS 600 HLS 700 e HLS 800 sono stati posati con una controfreccia di 50 mm.Negli edifici a pianta circolare lo schema è invece molto semplice: telai in acciaio, solai in lamiera grecata con getto collaborante e nuclei ascensore in cemento armato. Come travi e colonne, sono stati impiegati elementi laminati alleggeriti, profili che si differenziano da quelli standard per un aspetto fondamentale: rispetto alle HEA e alle IPE di pari designazione nominale, le HEAA e IPEAA (o HLS e ILS), hanno spessori più riridotti con un rapporto Wx/Peso più vantaggioso. Benché siano prodotti quasi esclusivamente in qualità S 355 con un costo unitario maggiore, molto spesso in virtù del peso risparmiato determinano soluzioni economicamente vantaggiose. L’impiego di questi profili consente infatti di ridurre i tempi di movimentazione e le spese di trasporto.

In sintesi, l’acciaio ha portato in questo complesso innovazione, tecnologia, risparmio e benessere: il piacere di lavorare si concretizza in questo nuovo centro direzionale che ogni azienda può considerare caposaldo per la propria immagine e crescita.

Prodotti e Soluzioni